Fuori collana - tutti i libri della collana Fuori collana, Ancora - Àncora Libri | P. 4

Attenzione, controllare i dati.

Fuori collana

Fuori collana

Il Santuario della Madonna del Bosco di Imbersago

Lara Maria Rosa Barbieri

pagine: 240

Questo libro si propone di raccontare un viaggio nella storia quattro volte centenaria del Santuario della Madonna del Bosco in quel di Imbersago. È una storia semplice perché ne ricorda gli umili inizi, il susseguirsi di avvenimenti feriali... È però anche una storia stupenda perché scandita da doni mandati dal Cielo. È storia dell’uomo che cerca Dio e lo trova nel Bambino in braccio a Maria. È storia di Dio che perdona e consola i suoi figli. C’è pure una storia che questo libro non è in grado di raccontare perché scritta dal Signore nell’intimo dei cuori di quanti, lungo i secoli, sono approdati al Santuario.
15,00 14,25

Il Vangelo raccontato dagli animali

Bénédicte Delelis, Éric Puybaret

pagine: 32

In questo bellissimo e raffinato libro illustrato 12 animali (12 come gli apostoli!) ci raccontano la storia di Gesù. “Chi è questo bambino che sta per nascere nella mia mangiatoia?”, si meraviglia il vecchio bue. “Chi è quest’uomo potente cui obbediscono i venti e il mare?”, si chiede pensoso il pesce tra i flutti del lago di Galilea. “Chi sarà mai questo re di pace seduto sulla mia groppa?”, si interroga l’asinello che trotta verso Gerusalemme…  Cartonato, a colori, per i bambini dai 3 ai 6 anni.
14,00 13,30

Vieni, Gesù Bambino

Autori vari

pagine: 32

Le storie e i disegni che hanno accompagnato nonni e genitori possono essere rilette ai nostri figli e nipoti. Un’operazione ‘vintage’, nostalgica, che riscopre storie emozionanti e disegni raffinati. Lo stile inconfondibile degli anni ’60, narrativo e figurativo, per rispolverare la bellezza e la semplicità del Natale. Gli altri titoli della "bibliotechina" natalizia: I pastori di Betlemme Le stelle di Natale I Pastorelli di Gesù Una culla per Gesù Bambino Il racconto dei tre Re
5,00 4,75

I pastori di Betlemme

Autori vari

pagine: 32

Le storie e i disegni che hanno accompagnato nonni e genitori possono essere rilette ai nostri figli e nipoti. Un’operazione ‘vintage’, nostalgica, che riscopre storie emozionanti e disegni raffinati. Lo stile inconfondibile degli anni ’60, narrativo e figurativo, per rispolverare la bellezza e la semplicità del Natale. Gli altri titoli della bibliotechina natalizia: Vieni, Gesù Bambino!   Le stelle di Natale I Pastorelli di Gesù Una culla per Gesù Bambino Il racconto dei tre Re  
5,00 4,75

Le stelle di Natale

Autori vari

pagine: 32

Le storie e i disegni che hanno accompagnato nonni e genitori possono essere rilette ai nostri figli e nipoti. Un’operazione ‘vintage’, nostalgica, che riscopre storie emozionanti e disegni raffinati. Lo stile inconfondibile degli anni ’60, narrativo e figurativo, per rispolverare la bellezza e la semplicità del Natale. Gli altri titoli della "bibliotechina natalizia": Vieni, Gesù Bambino! I pastori di Betlemme I Pastorelli di Gesù Una culla per Gesù Bambino Il racconto dei tre Re
5,00 4,75

Le mie conversazioni eucaristiche

Suore Adoratrici SS. Sacramento

pagine: 72

Un libretto interamente illustrato a colori per insegnare l'Adorazione Ecucaristica ai più piccoli. Testo liberamente tratto dal libro Conversazioni eucaristiche di don Francesco Spinelli.
5,00 4,75

San Francesco Spinelli. Una presenza reale tra i poveri

Suore Adoratrici del SS. Sacramento

La BIOGRAFIA UFFICIALE COME SANTO in versione tascabile e ridotta per ampia diffusione
2,99

Bastava fossero sacerdoti

Fraternità sacerdotale e santità in san Francesco Spinelli

Ezio Bolis, Pier Luigi Nava, Paola Rizzi

Francesco Spinelli nasce a Milano il 14 aprile 1853, da genitori di origine bergamasca
6,99

San Francesco Spinelli

Una presenza reale tra i poveri

Suore Adoratrici SS. Sacramento

pagine: 72

La BIOGRAFIA UFFICIALE COME SANTO in versione tascabile e ridotta per ampia diffusione. Ho cercato in tutta la mia vita di riconoscere negli infelici Cristo e nei nemici i cari di speciale amore.  
5,00 4,75

Bastava fossero sacerdoti

Fraternità sacerdotale e santità in san Francesco Spinelli

pagine: 240

Francesco Spinelli nasce a Milano il 14 aprile 1853, da genitori di origine bergamasca. È ordinato sacerdote il 17 ottobre 1875 e nell’autunno di quell’anno si reca a Roma per il Giubileo. Nella basilica di Santa Maria Maggiore si prostra ai piedi della culla di Gesù Bambino: «Mi sono inginocchiato, piansi, pregai, e sognai uno stuolo di vergini che avrebbero adorato Gesù in Sacramento». Sogno, visione, intuizione? Per don Francesco l’incarnazione storica di Gesù continua con l’incarnazione quotidiana del Pane Eucaristico, quale presenza d’amore per tutti, da adorare e servire nei poveri. Il 15 dicembre 1882 fonda, insieme a Caterina Comensoli, l’Istituto delle Suore Adoratrici, a Bergamo. Preso infatti dalla passione per Dio e per gli uomini, egli dà vita a un Istituto, il cui scopo è «attingere l’amore più ardente dall’Eucaristia celebrata e adorata per riversarlo sui più poveri tra i fratelli». Egli per primo spende la sua vita in ginocchio davanti all’Eucarestia e davanti ai fratelli, in cui vede la presenza di Gesù da amare e servire con amore e compassione incondizionata. Il 4 marzo 1889, a causa di un dissesto finanziario, in cui involontariamente è coinvolto, viene licenziato dalla diocesi di Bergamo e accolto nel clero di Cremona dal grande cuore di mons. Geremia Bonomelli. A Rivolta d’Adda (CR) continua l’Istituto delle Suore Adoratrici. Lungo la sua vita, costellata di grandi prove, vive e insegna l’arte del perdono più smisurato, perché di fronte al nemico si può applicare solo «la vendetta di un infinito amore». Muore il 6 febbraio 1913 a Rivolta d’Adda. È beatificato da san Giovanni Paolo II il 21 giugno 1992 presso il Santuario B. V. Maria del Fonte in Caravaggio e canonizzato da papa Francesco il 14 ottobre 2018 in piazza San Pietro a Roma.
12,00 11,40

Dialoghi immaginari III

Venticinque incontri con i poeti e le loro poesie

Pino Landonio

pagine: 272

Leggendo queste venticinque interviste, insieme alle precedenti cinquanta, si ha la percezione che la poesia, come un’araba fenice, abbia la capacità di sorgere, e di risorgere, nelle situazioni, nei tempi e nelle latitudini più diverse e incredibili. Può accadere che dalla assurda esperienza di Auschwitz, dopo la quale, secondo Adorno, non poteva più nascere poesia, nascano i versi straordinari di Todesfuge di Paul Celan; che i rigori del lungo inverno russo suscitino onde di grande poesia; che la guerra, e le sue tragedie, ispirino la poesia di Trakl o quella di Quasimodo; che la lotta di liberazione infiammi l’animo di Darwish; che gli amori e le passioni scaldino i cuori di Byron e della Sexton, della Barrett Browning come di Machado; che il dolore cupo si annidi nell’animo di Esenin come in quello della Rosselli; o che l’ironia e il sarcasmo muovano le pagine, diversissime, di Brecht o della Menicanti. Incontri con: Ingeborg Bachmann Elizabeth Barrett Browning Andrej Belyj Bertolt Brecht Iosif Brodskij Emily Brontë George Gordon Byron Giorgio Caproni Paul Celan Velimir Chlebnikov Mahmoud Darwish Sergej Esenin Nikolaj Gumilëv Attila Jozsef John Keats Antonio Machado Daria Menicanti Boris Pasternak Salvatore Quasimodo Ghiannis Ritsos Amelia Rosselli Anne Sexton Percy Bisshe Shelley Georg Trakl Walt Whitman
20,00 19,00

Disposizioni anticipate di trattamento

Questioni giuridiche ed etiche e conseguenze per i servizi alla persona

pagine: 104

La legge n.219/2017 intitolata “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento” lascia aperti tanti problemi: dall’esigenza della formazione circa le decisioni incidenti sulla propria salute al rapporto tra paziente e medico, dai criteri di validità di quelle che sono definite ora disposizioni anticipate di trattamento al nodo di quanto la legge afferma in tema di alimentazione e idratazione artificiali e così via. Associazione Vita Consacrata in Lombardia, con gli Atti del Convegno svoltosi a Milano il 13 giugno 2018, propone riflessioni sull’argomento, inerenti ad aspetti giuridici ed etici e pure ai risvolti per i servizi alla persona, con l’intento di chiarire e di tenere aperto il dibattito. Interventi di: Virginio Bebber, religioso camilliano, presidente nazionale di ARIS. Luca Degani, avvocato, presidente di UNEBA Lombardia. Luciano Eusebi, docente di Diritto Penale Università Cattolica Milano e già membro del Comitato Nazionale per la Bioetica. Vittore Mariani, pedagogista, docente e membro del Direttivo del CeDisMa Università Cattolica Milano.
10,00 9,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.