Testimonianze e biografie - tutti i libri per gli amanti del genere Testimonianze e biografie - Àncora Editrice | P. 14
Vai al contenuto della pagina

Testimonianze e biografie

Noi del Cinquantotto

Breve manuale di storia recente a uso di figli e nipoti

Aldo Maria Valli

pagine: 176

Nella storia recente c’è un anno da tutti riconosciuto come spartiacque: il 1968. Di conseguenza grande è l’attenzione verso i sessantottini, protagonisti di una stagione epica. Nessuno invece si occupa mai di un’altra generazione, quella dei nati nel 1958. Troppo piccoli per «fare» il Sessantotto, i cinquantottini ne hanno tuttavia pagato le conseguenze, comprese quelle più dolorose e sgradevoli, come il terrorismo, gli anni di piombo e la cappa di conformismo che a lungo ha gravato sulla cultura. Ecco dunque il desiderio di raccontare gli ultimi sei decenni di storia proprio a partire dal 1958 e proprio con gli occhi di un cinquantottino. Ne esce un racconto senza precedenti per quantità e profondità di cambiamenti epocali a ogni livello: la caduta del muro di Berlino e del vecchio sistema geopolitico, la fine dell’Unione Sovietica e dei partiti tradizionali, il fallimento delle ideologie, la rivoluzione tecnologica e quella bioetica, la Chiesa del post Concilio, l’avvento di internet e dei nuovi mass media, la sfida del terrorismo internazionale. Stravolgimenti potenzialmente destabilizzanti, che i cinquantottini hanno affrontato con silenziosa determinazione. Ma adesso che sono genitori e, in qualche caso, pure nonni, raccontare questa storia (che a scuola non si insegna mai) non è solo un diritto: è un dovere. Per lo meno, così la pensa l’autore, che intreccia vicende pubbliche e private dando vita al romanzo di una generazione nascosta.
13,00

Diario di Elena

Quarant'anni: perdersi o ritrovarsi?

Stefania Perna

pagine: 168

Un diario, una meditazione, una storia, una conversione, un percorso interiore: come definire questo libro? Ogni lettore troverà la sua definizione. Ma solo dopo aver seguito pagina dopo pagina, come suggerisce l’immagine della copertina, l’avventura spirituale dell’autrice, alle prese con il superamento del ponte tibetano dei 40 anni: bilanci o slanci? Paura di cadere o voglia di volare? Perdersi o ritrovarsi?
12,00

Un continuo piccolo atto d'amore

Suor M. Maddalena Moccia

Maria Rosaria Del Genio

pagine: 104

È la biografia della serva di Dio suor Maddalena Moccia: nacque a Napoli nel 1898 e vi trascorse l’infanzia in una famiglia benestante. Nel 1913 fu mandata nel Collegio delle Suore Orsoline a Roma dove approfondì la sua esperienza di fede fino a maturare la vocazione religiosa. Entrò nella Comunità delle Brigidine a Roma, dove venne accolta come postulante nel 1920: prese il nome di Suor M. Maddalena di Gesù Crocifisso. Il 23 luglio 1921 vestì l’abito religioso, ma già nel settembre si affacciavano i primi sintomi della tubercolosi polmonare che l’avrebbe portata alla morte. Il 20 febbraio 1922 emise i voti perpetui, dopo solo sette mesi di noviziato, e il 20 aprile 1922 spirava a Roma in fama di santità.
14,00

Una fede matura: utopia o possibilità?

San Francesco Maria da Camporosso un esempio credibile per l'uomo d'oggi

Luca Simoncini

pagine: 144

L’uomo d’oggi vive in una realtà di profondi cambiamenti e di incertezze che investono la totalità del tessuto umano. Lo sviluppo della tecnica, della scienza e della cultura aiuta la persona ad essere sempre più autonoma e protagonista della storia, ma rischia di chiuderla nelle mura del suo razionalismo ed egocentrismo, rendendola fragile e insicura. L’uomo crede di trovare la sua sicurezza in ciò che alla fine è apparenza e pensa di scoprire la sua identità nella ricerca della realizzazione personale, ma non si accorge che proprio queste vie lo disorientano sempre più. Solo quando la persona si apre ad un percorso di fede autentico, caratterizzato dall’incontro con il tu umano e il Tu divino, scopre chi è e qual è il suo compito e sperimenta quella sicurezza che tanto anela. Questo libro vuole indicare una via per acquisire una fede matura, avvalendosi della scienza spirituale e psicologica: sarà un percorso caratterizzato da fasi, crisi, difficoltà e anche insuccessi che, una volta superati, conducono a traguardi sempre più alti. La riuscita di esso dipende dalla disponibilità della persona a mettersi in gioco e a rischiare, accettando la sfida del cammino talvolta impervio, ma avvincente. San Francesco Maria da Camporosso, il santo presentato nell’ultima parte del libro, ha preso sul serio questa sfida, percorrendola con risolutezza, fiducia e coraggio, divenendo testimone credibile per l’uomo d’oggi.
15,00

Alfie Lambe

«El corderito» di Maria

Hilde Firtel

pagine: 224

Alfie Lambe nacque a Tullamore (Irlanda) nel 1932; entrò nella Legione di Maria e, designato come «Inviato», nel 1953 partì per Bogotà; da qui iniziò la sua infaticabile opera di apostolato nell’America del Sud. Dotato di un carattere forte e volitivo, fu tuttavia un modello di pazienza, amabilità e dedizione al prossimo; tramite la Legione fece rifiorire la vita cristiana con un’azione costante e capillare nelle famiglie, nei collegi, nelle carceri, nei luoghi di prostituzione, nei lebbrosari. Amava gli uomini, ciascuno in particolare, e stava volentieri con tutti, animandoli con il suo temperamento allegro e spiritoso. Il ritmo micidiale della sua attività contribuì alla sua fine prematura; un cancro diagnosticato tardi lo bruciò rapidamente: si spense a 26 anni, a Buenos Aires, nel 1959. Nella stessa città si è aperta nel 1978 la causa di beatificazione.
12,00

Un ponte tra Svezia e Roma

I 90 anni di Casa Santa Birgitta a Lugano nella storia dell’Ordine del SS. Salvatore

Fabrizio Panzera

pagine: 144

Questo volume, nato dalla collaborazione di diversi au- tori, presenta un discorso compiuto sul sacramento del- la penitenza, e viene proposto come strumento pratico di consultazione o approfondimento per i confessori. La buona accoglienza della prima edizione, sovente utilizzata nei corsi degli studi teologici o in vista dell’abilitazione al ministero dei futuri sacerdoti, ha incoraggiato e suggerito una revi- sione e un aggiornamento dei testi, con alcune integrazioni attente a recepire nuovi riferimenti normativi e magisteriali. Nuovi contributi sono parsi utili per la completezza della trattazione. Il volume si ar- ricchisce di una scheda promemoria per il sacerdote, quasi una picco- la bussola di riserva per trovare indicazione e orientamento dinanzi a qualche sentiero tortuoso o impervio. La fatica degli autori lascia ora il campo alla bellezza e alla fatica del ministero, ricordando al lettore quanto suggeriva un grande canoni- sta e grande maestro di vita spirituale, padre Felice Cappello S.I., co- nosciuto anche come “il confessore di Roma”: «Nell’applicare i prin- cipi alle coscienze ci vuole tanta prudenza, tanto buon senso, tanta bontà» (dalla Prefazione). 
16,00

Natuzza Evolo

Il segreto di una vita

Renzo Allegri

pagine: 200

La vita della più famosa mistica stigmatizzata italiana del Novecento e il suo segreto: la totale dedizione agli altri, nell’ascolto, nel conforto, nell’aiuto.
15,00

Seminatore di speranza

Don Gnocchi, i suoi papi, i suoi arcivescovi

Ennio Apeciti

pagine: 224

Il rapporto di don Gnocchi con i papi e i vescovi del suo tempo.
13,00

David Maria Turoldo

Diana Faitini

pagine: 144

La vita, la poesia, la fede, l’amore per la Parola di p. Turoldo.
12,50
22,00

Più forte della malattia

Appunti autobiografici

Bruno Kullmann

pagine: 96

10,00

Giancarlo Rastelli

Un cardiochirurgo con la passione dell'uomo

Rosangela Rastelli Zavattaro

pagine: 152

Giancarlo Rastelli, parmigiano, morto prematuramente nel 1970 all’età di 37 anni, fu cardiochirurgo ricercatore, ed è conosciuto in tutto il mondo come l’inventore di due metodologie operatorie per bambini cardiopatici che portano il suo nome: la Rastelli 1 e Rastelli 2. Navigando in Internet si possono trovare ben 815 pagine web su questo straordinario medico e i suoi metodi ancora oggi insuperati. Questo libro - scritto dalla sorella - traccia il ritratto di un medico geniale e umanissimo che curando la persona malata guardava a Cristo, vivendo la sua professione come carità. Scriveva: “La prima carità che l’ammalato deve avere dal medico è la carità della sua scienza”. È attualmente in corso la sua causa di beatificazione.
12,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.