Il sacro nella canzone italiana - Fabio Barbero, Paolo Jachia - Ancora - Libro Àncora Editrice
Vai al contenuto della pagina

Il sacro nella canzone italiana

Da Aqaba a Tozeur

Aqaba a Tozeur sono due riferimenti geografico-esistenziali riconducibili a Fabrizio De André e a Franco Battiato, posti quasi come numi tutelari a 15 riletture di capolavori della canzone italiana, da Smisurata preghiera a Pensieri e parole, da Caruso a Fisiognomica. Convocando a raccolta alcuni artisti contemporanei che si sono espressi attraverso quel tipo di comunicazione particolare che è la canzone d’autore – De André e Battiato anzitutto, ma poi Gaber & Luporini, Guccini, De Gregori, Fossati, Mannoia & Amara, Vecchioni, Van De Sfroos, Zucchero, Mogol & Battisti, Baglioni, Baustelle, Alice, Dalla – gli autori scavano nella loro poetica e nei loro testi alla ricerca di ciò che per loro è sacro, ovvero ciò che è specificatamente umano, e al tempo stesso capace di trascenderlo. Perché non solo la canzone può essere arte, ma può, talvolta, persino indicare qualcosa che riempie e segna le nostre vite, e che però non sappiamo pienamente dire.
 

Quarta di copertina

«Scrivere e cantare canzoni comporta una grande responsabilità umana. Sono testi che – come spiega la cantautrice Amara – “agiscono come medicine sull’anima di chi le ascolta”. E allora perché non accettare la sfida di un interrogativo serpeggiante in tutta l’opera: che sia la “musica leggera” la nuova “musica sacra”?» (dalla prefazione di mons. Antonio Staglianò).

Biografia degli autori

Paolo Jachia (1958), conseguita l’abilitazione a professore di II fascia in “Letteratura italiana” e “Critica letteraria”,insegna a contratto dal 2000 presso l’Università di Pavia e il Collegio Nuovo “Semiotica e simbolismo nella psicologia della narrazione” e “Semiotica e storia della canzone italiana contemporanea”. Ha pubblicato, oltre a La canzone d'autore italiana 1958-1997 (Feltrinelli, 1998) e Dal segno al testo. Breve manuale di semiotica della letteratura e delle arti contemporanee (Manni, 2011), una trentina di volumi, molti dei quali dedicati ai principali cantautori italiani.
 
Fabio Barbero (1965), dopo un’esperienza di vita monastica durata più di vent’anni, insegna oggi italiano in Francia nelle scuole superiori. Ha conseguito nel 2021 all’Università della Sorbona un dottorato in “Letteratura italiana contemporanea” sull’opera teatrale di Giorgio Gaber e Sandro Luporini. Nel 2022, per Arcana Edizioni, ha pubblicato un primo volume: Giorgio Gaber, Sandro Luporini e la generazione del 68, dedicato agli spettacoli degli anni Settanta. Un secondo volume: Giorgio Gaber, Sandro Luporini e gli anni Ottanta è uscito nel 2023 sempre con Arcana.
Il sacro nella canzone italiana
17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Photo gallery principale