Eluana, i fatti - Lucia Bellaspiga, Pino Ciociola - Ancora - Libro Àncora Editrice
Vai al contenuto della pagina
- 5%
Eluana, i fatti
- 5%
Eluana, i fatti

Eluana, i fatti

Eluana Englaro è morta il 9 febbraio 2009 a Udine, dopo diciassette anni di stato vegetativo, chiudendo una vicenda che ha lacerato il Paese, ma lasciando aperti gli interrogativi che hanno scosso le coscienze e diviso gli italiani: era ancora una persona o solo un involucro umano? Nutrirla e mantenerla sana era un accanimento o un diritto dovuto? La sua era vita o non-vita? La legge è stata rispettata o aggirata? Questo libro, raccontando i fatti senza censure, si propone di offrire al lettore gli elementi per farsi un’opinione sui problemi posti dalla drammatica e complessa vicenda.

 

 

LUCIA BELLASPIGA E PINO CIOCIOLA PREMIATI

 

L'Associazione Scienza & Vita Pontremoli Lunigiana ha assegnato il premio letterario «Oscar Elias Biscet» ai giornalisti di Avvenire Lucia Bellaspiga e Pino Ciociola per il volume «Eluana. I fatti», edito da Àncora, per aver mostrato «il modo in cui questa donna è stata privata del diritto inalienabile alla vita contro il diritto naturale, la legislazione vigente e l'umano buon senso». Il riconoscimento sarà assegnato ai vincitori nell'ambito della manifestazione Premio Letterario Donne è vita - dedicato ai libri che hanno messo in evidenza le storie commoventi di donne che si sono adoperate per gli altri - , in programma a Pontremoli il prossimo 9 ottobre.



I proventi degli autori sono interamente devoluti alle famiglie con figli in stato vegetativo indicate dall’associazione “Gli amici di Luca onlus”, che opera nella “Casa dei Risvegli Luca De Nigris” di Bologna.

 

Leggi le recensioni online

Eluana Englaro... e la legge? su giornalesentire.it

 

 

Biografia degli autori

Lucia Bellaspiga

Lucia Bellaspiga
Lucia Bellaspiga è nata a Milano nel 1963. Laureata in Lettere classiche, giornalista professionista dal 1996, è inviata speciale del quotidiano «Avvenire». Ha ideato e organizzato nel 2002 il premio giornalistico «Tributo a Dino Buzzati». Nel 2003 ha vinto la prima edizione del premio dedicato alla memoria di Maria Grazia Cutuli, la giornalista del «Corriere della Sera» uccisa in Afghanistan, e nel 2004 il premio giornalistico «Benedetta D'Intino», attribuito da Cristina Mondadori e dalle edizioni Il Saggiatore. Nel 2006 ha ideato e condotto le celebrazioni d'apertura dell'Anno Buzzatiano per il centenario dello scrittore. Ha pubblicato numerosi libri con Àncora.

Pino Ciociola

Pino Ciociola è inviato speciale di «Avvenire». Tra i riconoscimenti che ha ricevuto c’è il Premio «Comunicare la normalità» su giornalismo e disabilità.
Eluana, i fatti
12,00 11,40
 
risparmi: € 0,60
Spedito in 2 giorni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Photo gallery principale