Tra religione e cultura - tutti i libri per gli amanti del genere Tra religione e cultura - Àncora Editrice | P. 2

Attenzione, controllare i dati.

Tra religione e cultura

Il Santuario della Madonna del Bosco di Imbersago

Lara Maria Rosa Barbieri

editore: Ancora

pagine: 240

Questo libro si propone di raccontare un viaggio nella storia quattro volte centenaria del Santuario della Madonna del Bosco in quel di Imbersago. È una storia semplice perché ne ricorda gli umili inizi, il susseguirsi di avvenimenti feriali... È però anche una storia stupenda perché scandita da doni mandati dal Cielo. È storia dell’uomo che cerca Dio e lo trova nel Bambino in braccio a Maria. È storia di Dio che perdona e consola i suoi figli. C’è pure una storia che questo libro non è in grado di raccontare perché scritta dal Signore nell’intimo dei cuori di quanti, lungo i secoli, sono approdati al Santuario.
15,00 14,25

L'arte del guarire

Storia della medicina attraverso i santi

Paolo Gulisano

editore: Ancora

pagine: 192

Questo libro, scritto da un medico, narra la storia di uomini che hanno dedicato la propria vita a prendersi cura di chi soffre.
16,00 15,20

Dialoghi immaginari III

Venticinque incontri con i poeti e le loro poesie

Pino Landonio

editore: Ancora

pagine: 272

Leggendo queste venticinque interviste, insieme alle precedenti cinquanta, si ha la percezione che la poesia, come un’araba fenice, abbia la capacità di sorgere, e di risorgere, nelle situazioni, nei tempi e nelle latitudini più diverse e incredibili. Può accadere che dalla assurda esperienza di Auschwitz, dopo la quale, secondo Adorno, non poteva più nascere poesia, nascano i versi straordinari di Todesfuge di Paul Celan; che i rigori del lungo inverno russo suscitino onde di grande poesia; che la guerra, e le sue tragedie, ispirino la poesia di Trakl o quella di Quasimodo; che la lotta di liberazione infiammi l’animo di Darwish; che gli amori e le passioni scaldino i cuori di Byron e della Sexton, della Barrett Browning come di Machado; che il dolore cupo si annidi nell’animo di Esenin come in quello della Rosselli; o che l’ironia e il sarcasmo muovano le pagine, diversissime, di Brecht o della Menicanti. Incontri con: Ingeborg Bachmann Elizabeth Barrett Browning Andrej Belyj Bertolt Brecht Iosif Brodskij Emily Brontë George Gordon Byron Giorgio Caproni Paul Celan Velimir Chlebnikov Mahmoud Darwish Sergej Esenin Nikolaj Gumilëv Attila Jozsef John Keats Antonio Machado Daria Menicanti Boris Pasternak Salvatore Quasimodo Ghiannis Ritsos Amelia Rosselli Anne Sexton Percy Bisshe Shelley Georg Trakl Walt Whitman
20,00 19,00

Conversazioni eucaristiche

Francesco Spinelli

editore: Ancora

pagine: 344

«Che cosa c'è di più eternamente attuale del dialogo di un'anima con Dio? È splendido assaporare questa “sinfonia della fede” nelle parole con cui don Francesco si mette alla presenza di Gesù, adorato nell'Eucaristia, ascoltato nella Bibbia, riconosciuto nella Chiesa e testimoniato nella vicenda umana, tanto personale quanto sociale. Portavoce della sua diretta e intensa esperienza di orante, don Spinelli libera chi prende in mano queste sue pagine dall'imbarazzo di cosa pensare durante il silenzio della preghiera, meglio se davanti all'Eucaristia. Insegna la preghiera degli occhi, fissi un po' al testo e un po' al Sacramento, al ritmo calmo e indispensabile del respiro e della ruminatio sapienziale e monastica.Non c'è fretta di leggere, di andare in fondo al capitolo, anche se chi scrive ha una tale passione da attirare a seguirlo con passo spedito. Non c'è nemmeno da studiare, bensì da gustare, con un risveglio dei sentimenti che fa tanto bene al nostro odierno analfabetismo interiore. Allenati all'attenzione alla Parola e alla Presenza, gli occhi poi sapranno tornare – limpidi e generosi – a guardare la vita, se stessi e gli altri, con speranza e rinnovata carità» (Antonio Napolioni, Vescovo di Cremona).
15,00 14,25

La Bibbia di Bob Dylan - Volume III

Un nuovo inizio e la maturità (1988-2012)

Renato Giovannoli

editore: Ancora

pagine: 432

La sterminata bibliografia su Bob Dylan include interpretazioni storiche e sociologiche, analisi letterarie e musicali. Ma è la Bibbia, il Grande Codice che ha plasmato il linguaggio e l’immaginario della cultura occidentale e di quella americana in particolare, la chiave principale per decifrare il mistero Dylan. Per questo l’opera di cui il lettore ha in mano il terzo volume è necessaria per l’appassionato e lo studioso. Essa è anzitutto un commento in prospettiva biblica dell’intero canzoniere dylaniano, ma anche un’inedita biografia spirituale di Dylan attraverso le sue canzoni. È inoltre un’opera di consultazione (dotata di un imponente apparato di indici) che include il più vasto repertorio mai compilato delle citazioni bibliche presenti nelle lyrics dylaniane e ne mostra l’intreccio con un ricco corpus di testi colti e popolari (ballate, spirituals, gospels, blues) a loro volta fondati sul Grande Codice. Infine, entrando nel laboratorio del poeta, questo saggio svela i segreti delle tecniche compositive di Dylan e, soprattutto, illumina i significati più riposti e spesso decisamente esoterici delle sue canzoni, sciogliendo intriganti enigmi troppo spesso liquidati come meri nonsenses e aprendo scrigni di insospettata profondità filosofica e spirituale. VOLUME III Un nuovo inizio e la maturità (1988-2012) XI. «Oh Mercy» (1988-1990) XII. Mistero e nonsense (1989, 2001) XIII. «Il mio vocabolario e il mio libro di preghiere» (1992-2001) XIV. Tempi moderni, anzi ultimi (2001-2009) XV. Mary vs Charlotte the Harlot (2009-2012) Indice analitico dei paragrafi Indice delle canzoni Indice dei temi, dei simboli e dei personaggi Indice scritturistico Indice degli autori citati
26,00 24,70

La Luce, splendore del vero

Percorsi tra arte, architettura e teologia dall'età paleocristiana al barocco

Andrea Dall'Asta

editore: Ancora

pagine: 240

In che modo la luce è stata interpretata nei secoli? La luce, concreta e intangibile, permette di vedere la realtà nella sua singolarità, ma soprattutto è all’origine dell’esperienza del sacro, del divino che irrompe nella storia. Sette avvincenti percorsi, tra arte e architettura, filosofia e teologia, accompagnano il lettore alla contemplazione della luce come rivelazione della bellezza del mondo e di Dio. La luce fa emergere un’esperienza originaria dell’uomo, individuando gli oggetti, creando tra loro relazioni, dando loro volume e profondità, facendo vivere forme e colori. Tuttavia, in una costante dialettica tra vita e morte, gloria e dramma, da sempre la luce è un potente simbolo della presenza del divino che illumina la storia umana. Dall’età paleocristiana a quella gotica, dal Rinascimento al Barocco, con un’attenzione particolare ad artisti come Piero della Francesca, Tiziano, Caravaggio o Vermeer…, in un’interdisciplinarietà tra arte e architettura, teologia e filosofia, l’autore delinea un’inedita e originale “storia” della luce, centrale per comprendere la nostra contemporanea visione del mondo occidentale. In un progressivo passaggio nei secoli da una luce teologica a una luce fisica che sarà poi indagata dagli Impressionisti, questo suggestivo racconto diventa riconoscimento della bellezza del mondo e di Dio, interrogazione sul senso più profondo del mistero della vita. 
32,00 30,40

La questione ecologica oggi

Uomo, natura, tecnica

editore: Ancora

pagine: 176

L’attualità della questione ecologica è sotto gli occhi di tutti: la percezione della sua gravità è avvertita in modo acuto e diffuso, tanto da registrare, almeno in Europa, una sostanziale convergenza delle forze politiche sulla necessità di dover intervenire per evitare danni irreparabili. Non sempre però alle dichiarazioni d’intenti seguono coerenti azioni politiche e personali. Sulla scia dell’enciclica Laudato si’, gli autori affrontano il problema, tentando di articolare il complesso rapporto tra uomo, natura e tecnica.
17,00 16,15

Luce in sala

La ricerca del divino nel cinema

Virgilio Fantuzzi

editore: Ancora

pagine: 200

La ricerca del divino nel cinema avviene tra la polvere e il fango. Così l’hanno intesa i maestri del cinema italiano (Rossellini, Fellini, Pasolini...), che con le loro opere si sono chinati sulle vittime della guerra, sui derelitti, sugli esclusi. L’amore di san Francesco per gli ultimi, Fellini che fruga tra gli anfratti delle notti romane per ricavarne qualcosa di prezioso, i diseredati di Pasolini assetati di redenzione... Bertolucci e Bellocchio non sono da meno quando cercano di strappare il velo dell’ipocrisia che avvolge il comportamento convenzionale dei ceti medi. Olmi e i Taviani trovano tra i carcerati la verità di chi riconosce di aver sbagliato e decide di ripartire da capo. Paolo Benvenuti, adottando uno stile rigoroso, si lascia alle spalle tutto ciò che è contingente e, sulle orme di Dreyer, Bresson, Buñuel, varca la soglia dell’assoluto. «In questo ebook l’autore ha raccolto, più che saggi analitici su singole opere, racconti attorno ad autori e film che gli sono cari; Rossellini, Fellini, Pasolini, Sergio Citti, Bernardo Bertolucci – i suoi Dante – vengono accompagnati verso noi lettori da una guida sicura e partecipe: Virgilio. Poi questa raccolta di saggi ha una svolta. Negli ultimi quattro torna il piacere dell’analisi minuziosa: Bellocchio, Benvenuti, i Taviani – studiati a mezza strada fra il genere “racconto” e il genere “analisi” – e Olmi. È davvero come se noi lettori-spettatori stessimo seduti in una sala a vedere il film con accanto un Virgilio che ci commenta in diretta le immagini e i suoni che ci scorrono davanti» Adriano Aprà.
18,00 17,10

Liberare il silenzio

Faustino Ferrari

editore: Ancora

pagine: 96

Siamo davanti a un aspetto paradossale: non si dovrebbe parlare del silenzio. O scriverne. Si può soltanto tacere. Ma qui si cerca di parlarne... E ancora: si può definire il silenzio, affidandoci magari a un dizionario? Precisare questa parola con un giro di altre parole? Si sperimenta, infatti, l’impossibilità di definire il silenzio attraverso il silenzio stesso. Eppure, non si può ridurre il silenzio alla sola mancanza di suoni o all’assenza della parola. Esso è anche esperienza personale, interiore. Scoprire questo – noi siamo anche silenzio – ci apre a una nuova dimensione, nel comprendere che il cuore è la sede privilegiata, ove Dio svela nel silenzio l’eco della sua Parola.
12,00 11,40

Parlare di cinema

Autori vari

editore: Ancora

pagine: 208

Parlare di cinema nasce dalla consapevolezza che etica ed estetica, il contenuto espresso - aperto ai valori della giustizia, della solidarietà e della condivisione - e la sua modalità di rappresentazione, tendano a coincidere in un'esperienza della visione cinematografica in cui si impara a "condividere", nell'intento di portare avanti insieme una trasformazione del mondo. Ogni anno sono scelti i film che, nel corso di quella stagione cinematografica, hanno maggiormente messo in evidenza queste caratteristiche. Partecipare al cineforum diventa quindi un impegno a migliorare la realtà in cui viviamo. Percorso del cineforum 2016/2017 della Fondazione Culturale San Fedele di Milano. 61° Premio San Fedele. A cura di Andrea Dall'Asta, Enrico Maisto, Marco Longo, Mario Blaconà.
15,00 14,25

Di beltà e fortezza cinte

La cintura come emblema di seduzione, sacrificio e potere al femminile, da Eva a Maria

Alessio Palmieri-Marinoni, Sara Piccolo Paci

editore: Ancora

pagine: 128

Parafrasando la descrizione della «donna perfetta» che leggiamo nel libro biblico dei Proverbi, «cinte di beltà e fortezza» sono le donne al centro di questo saggio, che prende lo spunto da un accessorio comune come la cintura per approfondire aspetti non banali dell’animo umano, come la seduzione, la virtù, la passione, il sacrificio e il coraggio. Protagonisti sono donne e dee, sante e peccatrici, ma anche guerrieri e insospettabili uomini di Chiesa. Tutti accomunati da un gesto quotidiano come quello di cingersi la vita, per stringere la veste o portare la spada, con cinture di cuoio o di tessuto, cinture gioiello o di semplice corda, cinture di foglie, come quelle di Adamo ed Eva, o le Sacre Cintole come quelle (ben tre) che la Vergine Maria ha lasciato in eredità e testimonianza ai fedeli. Le immagini a corredo rivelano il duplice registro con cui possiamo accostarci a questo argomento: da un lato opere di grandi pittori, come il Beato Angelico, Neri di Bicci e Nardo di Cione; dall’altro un ricco apparato di immagini legate alla devozione popolare, come i santini, le cinture nuziali e quelle per il parto, o le statue della Madonna della Cintura. Attraverso l’arte, il linguaggio simbolico e la lettura antropologica, ripercorriamo assieme la storia di questo accessorio, che si rivela un affascinante compagno di viaggio, ricco di molteplici significati e di intriganti misteri.
17,00 16,15

Nell'anima della Cina

Saggezza, storia, fede

editore: Ancora

pagine: 240

La Cina è la terra di una civiltà antichissima e complessa. Il presente volume intende essere un’introduzione al suo rapporto con il cristianesimo fatto di tensioni di opposizione e di attrazione estremamente vitali. Gli autori sono sia europei sia cinesi. La maggior parte degli europei ha lunga esperienza di Cina, e i cinesi hanno lunga esperienza di Europa e Stati Uniti. A dieci anni di distanza dalla Lettera di Benedetto XVI ai fedeli della Chiesa cattolica nella Repubblica Popolare Cinese, lo sguardo di Papa Francesco sulla Cina appare oggi sempre più aperto in funzione non solamente di risultati diplomatici, ma per il bene di tutti. La prima parte del volume si concentra su radici e fonti della cultura e della «spiritualità » cinese. La seconda parte su figure e tappe storiche notevoli della storia del rapporto tra cultura cinese e cristianesimo. La terza parte pone l’accento sulla Chiesa cinese oggi.
17,50 16,63

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.