Attualità - tutti i libri per gli amanti del genere Attualità - Àncora Editrice
Vai al contenuto della pagina

Attualità

I danni dello spiritismo

L'azione occulta del Maligno nelle presunte comunicazioni con l'Aldilà

Francesco Bamonte

pagine: 160

Milioni di persone si danno allo «spiritismo» per rimanere in contatto con un caro deceduto, cercando in buona fede un conforto al proprio dolore, oppure per gioco, affidandosi al mondo dell’occulto con superficialità. In ogni caso si tratta di gente che crede di avvicinarsi all’aldilà, ma di fatto si allontana da Dio. Questo libro, scritto da un noto esorcista, offre la prova dell’assoluta falsità delle pratiche spiritiche (dalla scrittura automatica al pendolino) che tentano di evocare i morti per interrogarli. Non è un saggio teologico per addetti ai lavori, ma un racconto di esperienze sul campo che vuole far luce su un argomento attuale, attraverso i riferimenti alla Bibbia e alla dottrina della Chiesa. Un testo serio per chi desidera approfondire il tema, utile per chi non vuole farsi ingannare, indispensabile per chi purtroppo è già caduto in trappola.
17,00 16,15

Cremazione

Custodia degli affetti

Michele Aramini

pagine: 160

Dopo aver partecipato a un funerale di un giovane suicida, il cui corpo era stato cremato, ho cominciato a interrogarmi sulla cremazione, e soprattutto sul modo in cui si celebrano e si vivono le esequie delle persone che vengono cremate. Questa riflessione è nata perciò da una esigenza personale. Dato che nel nostro Paese il numero delle cremazioni è in forte crescita, al punto che in alcune parti d’Italia è divenuta prassi maggioritaria, ho creduto che questi pensieri personali, messi in ordine, potessero essere utili anche a coloro che pensano alla propria cremazione. Il libro può dare molti spunti liturgici e omiletici anche ai presbiteri che celebrano le esequie dei propri fedeli che scelgono la cremazione (Michele Aramini).    
16,00 15,20

Oltre le etichette

Dialogo aperto sull'omosessualità

Francesco Silvestri

pagine: 304

«Se oggi Gesù ritornasse a camminare tra noi […] sono personalmente convinto che allora, per annunciare la misericordia accogliente del Padre e la logica sorprendente e provocatoria del Regno dei cieli, sceglierebbe la casa di una coppia omosessuale o di divorziati risposati». Così scriveva Francesco Silvestri ispirandosi all’esempio di Gesù, un Gesù immaginato alle prese con quello che si dice oggi sull’amore: ma potrebbe mai l’“amore omosessuale” rivelarsi una chiave essenziale per capire l’amore? Messa così la tesi si presenta ardita, qualcuno direbbe “troppo ardita”; e tuttavia è proprio questa la sfida che l’Autore ha sentito il bisogno di affrontare a viso aperto, confidando di riuscire a muovere alcuni passi nella direzione giusta. Il testo è arricchito dal contributo di altri significativi Autori, come il moralista Giuseppe Trentin e lo psicologo Stefano Guarinelli che scrivono altrettante Postfazioni; a ciò si aggiunge la ricca Introduzione dell’attuale vescovo di Chioggia, mons. Giampaolo Dianin, allora direttore della tesi.
27,00 25,65

Quel che resta di te

Un padre racconta la malattia del figlio

Alberto Scanni

pagine: 96

Giornalista tutto d’un pezzo, reporter infaticabile, amante della vita e della bellezza, Matteo Scanni è morto a soli 51 anni, lo scorso 27 gennaio 2022. Il padre Alberto, oncologo di fama internazionale, ripercorre la storia della malattia di Matteo, raccontando il dramma e lo strazio di vedere il proprio figlio morire per un tumore.
11,00 10,45

Figli, no grazie?

Oltre l’inverno demografico

Michele Aramini

pagine: 168

Non si fanno figli a sufficienza e l’Italia è ormai destinata a decrescere nei prossimi anni. In questo lavoro, il lettore troverà una rapida descrizione della situazione demografica, ma l’obiettivo principale è quello di mettere in luce i cambiamenti culturali che hanno condotto a una minore propensione verso la generazione dei figli. Questa, infatti, è uno dei tre ambiti decisivi, insieme alla relazione di coppia e al significato che si attribuisce alla morte, che plasmano l’identità profonda di ciascuno. Tutti e tre questi ambiti coinvolgono in modo radicale la libertà della persona e sono legati da una circolarità indissolubile. È proprio il terreno della libertà e della identità della persona in relazione alla generazione dei figli, quello che noi vogliamo esplorare.
16,00 15,20

Le favolose avventure di Sinodino

Fantacronache degli agguati di un impertinente che vuole svegliare il Sinodo

Fabio Colagrande

pagine: 160

«Più veloce di un chierichetto in processione! Più potente di un Alleluia pasquale! Capace di scavalcare i banchi della Cattedrale con un solo balzo! Guarda! Su nel cielo! È un uccello! È un aereo! No, è Sinodino!». In venti scenette teatrali ecco a voi le favolose avventure del piccolo battezzato, in missione per conto di Dio per ridare slancio al Sinodo sulla Sinodalità, svecchiare la Chiesa da clericalismi e ipocrisie, ridare voce e spazio al Popolo di Dio. Senza mai, però, prendersi troppo sul serio.
16,00 15,20

Relazioni

Tra Covid e digitale

Giovanni Cucci

pagine: 240

Il libro affronta alcune questioni di rilievo messe in evidenza dall’attualità più recente. Anzitutto il tema del digitale nei suoi vari aspetti e relative problematiche, in particolare le relazioni con le macchine e il dark web, letteralmente esploso durante il Covid. La pandemia ha anche costretto a rivedere una concezione dell’uomo e della vita finora ritenuta indiscussa, ma che si è rivelata incapace di affrontare tematiche fondamentali che il lockdown ha riportato in auge: il valore del silenzio e dell’inattività, la conoscenza di sé, le relazioni, la capacità di parlare del fallimento e della morte.
20,00 19,00

La casa di cartone

E altre storie di giovani contro la crisi climatica (Stagione 1)

Ilaria Beretta

Un libro per chi vuole un pianeta come una serie tv di successo: con un futuro fatto di tante bellissime stagioni.
15,00 14,25

Bioetica: esercizi di discernimento

Responsabilità della coscienza credente

Carlo Casalone, Mario Picozzi

pagine: 264

«Non basta aggredire i problemi con dichiarazioni di principio se non si individuano strumenti di traduzione pratica che possano essere condivisi. Questo della mediazione antropologico-etica è uno dei contributi più fecondi che le comunità cristiane possono dare alla società civile di oggi». Ispirato da queste parole del card. Carlo Maria Martini, un gruppo di docenti ed esperti in diversi campi, tutti interessati alla bioetica, ha avviato una comune riflessione, sviluppandola nel corso degli anni. Sono trattati argomenti controversi (eutanasia, biotecnologie, senso della medicina, omosessualità), avvalendosi di un metodo «transdisciplinare» e articolando il rapporto tra fede, etica, politica e diritto. Viene così tracciata una via per favorire la partecipazione dei credenti al dibattito pubblico in una società democratica pluralista, superando la contrapposizione tra bioetica cattolica e bioetica laica.
20,00 19,00

L'ultimo miglio

Storie dall’hospice

Paola Musi

pagine: 96

A Mosè serve un roveto che arde e non si consuma per accorgersi che ciò che non sembra possibile a volte lo può diventare e che la presenza di Dio nella storia può manifestarsi in modo da spiazzare ogni nostra aspettativa. Lo puoi scorgere nelle pieghe della storia, di ogni storia. Anche nella cura di una malattia terminale, dove non-senso e speranza sembrano inscindibili. Curare una malattia non sempre è possibile, ma curare una persona lo è sempre. Questo si fa nell’ambito delle cure palliative. E gli ingredienti di questa cura sono vari e ricchi, come lo è tutto ciò che è umano; la spiritualità è uno di questi ingredienti. In queste pagine si trovano alcuni racconti dell’ultimo miglio: percorsi di vita e di cura attraverso lo sguardo dell’assistente spirituale. Perché la vita è tale sino alla fine!
12,00 11,40

Se la gioventù le negherà il consenso

In dialogo con i testimoni a 30 anni dalle stragi di Capaci e via d’Amelio

Alberto Conci

pagine: 208

Capaci, 23 maggio 1992 – Via D’Amelio, 19 luglio 1992. Sono i luoghi e le date delle stragi mafiose di cui furono vittime Giovanni Falcone – con Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo, Vito Schifani – e Paolo Borsellino – con Emanuela Loi, Eddie Walter Max Cosina, Agostino Catalano, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli. Trent’anni ci separano dalla morte tragica di queste persone coraggiose, la cui vicenda umana e civile ha però ancora molto da dire. Da qui l’idea di affrontare questo trentesimo anniversario mettendo a confronto, in un dialogo intergenerazionale, chi ha vissuto quel periodo e un folto gruppo di ragazzi e ragazze, che hanno preparato e condotto in prima persona gli incontri con familiari delle vittime, magistrati, giornalisti ed esponenti della società civile.Un libro nato dai dialoghi fra un gruppo di ragazze e ragazzi di sei licei, sparsi in quattro città del nord Italia, con chi trent’anni fa assistette, da prospettive differenti, alle stragi di Capaci e di via D’Amelio.
16,00 15,20

Curare la leadership nella Chiesa

Maria Rosaura Gonzalez Casas, Enrico Parolari

pagine: 168

Un gruppo di compagni e compagne di studio di Psicologia della Pontificia Università Gregoriana si ritrovano a riflettere sulla leadership nella Chiesa dopo quasi trent’anni di servizio in diverse parti del mondo. “Curare la leadership” può significare non solo aver cura della leadership – come figura e dinamica decisiva per le comunità e le istituzioni, che a volte le aiuta e le promuove e, purtroppo, a volte le frena o le blocca – ma anche prendersene cura nel senso di una clinica della leadership, perché un modo autentico di vivere la leadership è curativo sia per i leader che per le persone nelle comunità. La cultura, i criteri di discernimento, i contesti di azione della leadership aprono prospettive, cammini e decisioni per contribuire alla riforma del potere nella Chiesa.
16,00 15,20

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.