Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Marco Garzonio

Libri dell'autore

Beato è chi non si arrende

Immagini passate, sogni presenti, consegne future

Marco Garzonio

editore: Ancora

pagine: 136

Il “sentimento del tempo” pervade la terza “prova poetica” di Marco Garzonio. Dopo Siamo il sogno e l’incubo di Dio (2015) e I profeti della porta accanto (2017), il nuovo canto nasce nella sofferenza per il diffuso clima di disumanità (la «cultura dello scarto» di papa Francesco) e s’appella allo spirito della generazione dell’Autore, «nata con la guerra». Ad essa Garzonio dedica l’opera perché continui a «promuover la memoria, stupirsi, sognare, esser solidale, liberamente pensare» e «passi il testimone a chi già ci cammina a fianco e a chi solo l’amore riesce a immaginare». Chi non si arrende dispone degli attrezzi per resistere anche alle catastrofi e porre le basi di ogni Ricostruzione.
12,00

vedete, sono uno di voi confezione libro + dvd

Libro + DVD

Marco Garzonio, Ermanno Olmi

editore: Ancora

pagine: 96

Il film di Ermanno Olmi sul card. Martini e il libro-intervista di Marco Garzonio come guida al film. Un cofanetto che racchiude l’ultimo lavoro del maestro Olmi (1931-2018) e rivela un Martini sorprendente.
19,90

vedete, sono uno di voi

Intervista a Ermanno Olmi su Carlo Maria Martini

Marco Garzonio

editore: Ancora

pagine: 96

L’ultima intervista di Marco Garzonio al maestro Ermanno Olmi (1931-2018) sul card. Carlo Maria Martini. L’incontro tra Olmi e Garzonio ci rivela un Martini sorprendente.
12,00

vedete, sono uno di voi

Intervista a Ermanno Olmi su Carlo Maria Martini

Marco Garzonio

editore: Ancora

«vedete, sono uno di voi» e? il titolo del docu-film di Ermanno Olmi su Carlo Maria Martini
8,99

Profeti della porta accanto (I)

Segni dei tempi, poesie, richiami di eterno

Marco Garzonio

editore: Ancora

pagine: 104

Con questa raccolta prosegue la prova poetica di Marco Garzonio cominciata in Siamo il sogno e l’incubo di Dio (Àncora, 2015). I temi, scrive l’autore, «restano il cammino personale e i sussulti del mondo, impastati con quel Dio che sempre più mi cerca, mi inquieta, mi stana». A legare volti, luoghi, eventi evocati dalla parola poetica (da Martini a Turoldo, da Milano all’amata valle Spluga, dal terrorismo fondamentalista ai profughi che premono alle porte di un’Europa cinica e distratta) la riflessione sui profeti della porta accanto, coloro che – nelle parole dell’autore – «ci parlano e ci addestrano con gesti o silenzi, col fatto solo di esserci e affrontare ogni giorno le difficoltà della vita secondo sobrietà, semplicità, onestà, con quel sano strabismo dell’anima che porta ad avere un occhio sugli altri e l’altro su se stessi». «Garzonio è un profeta della porta accanto, in cerca della sua visione. Uno che a ogni tramonto, davanti al sole che scende, senza nostalgia lo guarda / che ancora è lungo il giorno sino a notte. Lungo è il giorno, e santo, a saperlo godere e inseminare, come Marco, di pollini di poesia e profezia » (dalla prefazione di Ermes Ronchi).
12,00

I profeti della porta accanto

Segni dei tempi, poesie, richiami di eterno

Marco Garzonio

editore: Ancora

Con questa raccolta prosegue la prova poetica di Marco Garzonio cominciata in Siamo il sogno e l’incubo di Dio (A?ncora, 2015)
4,99

Siamo il sogno e l'incubo di Dio

Marco Garzonio

editore: Ancora

Quaranta composizioni poetiche che vanno dalla riflessione esistenziale alla rievocazione interiore di luoghi del cuore (come
4,99

Siamo il sogno e l'incubo di Dio

Versi, cronache, passioni da Martini a Bergoglio

Marco Garzonio

editore: Ancora

pagine: 104

Quaranta composizioni poetiche che vanno dalla riflessione esistenziale alla rievocazione interiore di luoghi del cuore (come Milano e Gerusalemme) e di figure significative (come Etty Hillesum e papa Francesco). Su tutti, spicca la memoria di Carlo Maria Martini, di cui Garzonio è considerato uno dei più acuti biografi. «Cronache dell’anima scandite entro una scansione di tempo preciso, “da Martini a Bergoglio”: evocata la stagione della nascita dei testi, ma evocato anche un amore, non celato, quasi da privilegio, per un vescovo e un papa. (…) Spesso nelle pagine cogli una passione ferita – siamo il sogno, ma siamo anche l’incubo di Dio –, passione che leva grido, a volte anche urlo dalle poesie, là dove immobilità, indifferenze, ingiustizie sporcano sogni, nella vita della società e della chiesa» (dalla prefazione di don Angelo Casati).
12,00
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.